Pallavolo serie B1/F. Benedetta Giordano (Piccini Paolo spa) “crediamo nei play off”

Dopo 18 giornate di campionato – e quindi due terzi di stagione già in archivio – si può tranquillamente parlare di scommessa vinta sul conto di Benedetta Giordano. Alla sua prima esperienza da titolare – in un ruolo delicato come il suo e in una categoria di livello come la B1 – la giovanissima palleggiatrice della Piccini Paolo spa San Giustino (19 anni compiuti lo scorso settembre) ha dimostrato di avere la giusta stoffa dal punto di vista sia tecnico che caratteriale, prendendo in mano la gestione della squadra e delle partite grazie anche all’intenso lavoro che durante la settimana svolge in allenamento sotto la guida del tecnico Marco Gobbini, che assieme al suo vice, Claudio Nardi, si sta rivelando determinante nella crescita di questa atleta. La squadra continua a vincere e da tempo in casa sta sbrigando le pratiche in meno di un’ora e un quarto di gioco, anche se contro la 3M Perugia l’inizio si è rivelato un tantino difficile, perché le avversarie avevano nel muro l’arma in più: hanno colpito e intercettavano spesso i palloni per poiimpostare i contrattacchi. “Loro erano schierate in maniera tale da combinare la rotazione con Mirka Francia sulla nostra Silvia Tosti – dichiara Benedetta Giordano – e, conoscendo chi avevamo davanti, siamo in effetti partite un po’ contratte. Non riuscivamo a mettere a frutto molti nostri attacchi perché tendevamo a “sparare” i palloni dall’altra parte senza preoccuparci di essere precise nel farli cadere. È poi successo che la rotazione più debole della 3M Perugia sia coincisa con il turno in battuta di Valentina Mearini, che ha messo in crisi la loro ricezione e a quel punto abbiamo ribaltato la situazione con un netto break. Grazie infine alla nostra efficacia in battuta e alle “pallette” di Giorgia Silotto, davvero molto brava e “chirurgica”, siamo venute a capo della situazione”. Tu personalmente, riesci a pungere spesso in battuta e anche nella distribuzione dei palloni sei abbastanza “omogenea”. Sono anche questi i segreti della Piccini Paolo spa? “Il servizio è un fondamentale sul quale sto puntando e anche l’allenatore insiste molto in questo senso, però in battuta andiamo tutte bene: ognuna di noi ha infatti la capacità di realizzare ace e di scombinare la ricezione altrui. Anche nella lettura delle partite e nelle scelte in attacco, il fatto di dover giocare è molto importante. Semmai, debbo ancora riordinarmi a muro”. Quanto sei cresciuta nel tuo ruolo da agosto a oggi? “Sul piano tecnico, è anche normale che vi sia stata una evoluzione; su quello tattico, vi sono ancora margini da colmare, ma l’osservazione dei video, le dritte del coach e il sostegno delle compagne di squadra mi forniscono un grande aiuto. Ho imparato quindi a regolarmi nelle scelte e a leggere le mosse delle avversarie. Diciamo che, con il passare del tempo, sto abbandonando l’esuberanza per dare sempre più spazio alla lucidità”. Otto giornate alla conclusione del torneo e cinque punti da recuperare sulla terza posizione, quella che qualifica ai play-off. Ce la possiamo fare? “Assolutamente sì: sono pronta a scommettere qualsiasi cosa. Siamo maturate come gruppo, fra di noi c’è molta unità e non abbiamo pressioni esterne. Per meglio dire, le pressioni ce le mettiamo noi stesse con i nostri sacrifici, con la voglia di supportarci a vicenda in campo (dove non arriva una, è pronta l’altra) e con la determinazione che ci accompagna dall’inizio alla fine di tutte le partite. Siamo la squadra del girone C che ha vinto più volte con il risultato di 3-0 e credo che non sia un caso”. Sabato prossimo, nuovo impegno al PalaVolley contro la Moncaro Moie, “cenerentola” del raggruppamento. L’unico errore da non commettere, in casi del genere, è quello di dare per scontata la vittoria. “Su questo, il tecnico Gobbini è un martello: impegnarsi sempre al massimo e non allenarsi all’80% delle possibilità, perché solo così sarà possibile dare continuità alla serie dei risultati, altrimenti si rischia di perdere per strada dei punti che alla fine potrebbero pesare in classifica. E questo dobbiamo evitarlo”.



Categorie:Pallavolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: